Le scale di Cospicua

Salgo lentamente
le scale di Cospicua.
Cattura i miei passi
l’ombra di un passato cattivo
che ha rubato i tesori della citta’,
dopo una tempesta di bombe.

Salgo oggi, con tanta fatica,
le scale di Cospicua,
e vedo lacrime sulle pietre
della citta’ che una volta era giovane
– piena di vita.
Sono rimasti soltanto ricordi,

e terra morta.

1st Prize National Poetry Competition 2009; Versi 2013/1

⟵ Lura